top of page

4 minorenni oggi sono stati condannati a 4 anni di carcere dal Tribunale di Milano. 

Aggiornamento: 27 mar

di Vincenzo De Feo

Il Tribunale di Milano oggi ha emesso una sentenza di condanna verso 4 minorenni di reato di tortura.

Nel Novembre 2018 a Varese alcuni ragazzini avevano attirato un loro coetaneo in un box dove gli avevano inflitto percosse con un manganello e oltre a strappargli un orecchino, gli avevano puntato un coltello alla gola. Tutto questo per regolare un conto economico di pochi euro con un amico della vittima usata come ostaggio.

Questa sentenza a mio avviso crea un po' di confusione nel merito del grande tema del contrasto al bullismo. Benché fossero, anzi sono ancora, tutti minorenni, questi ragazzi sono dei criminali. Può stupire come si possa essere così determinati in questo senso già a 15anni e per di più cresciuti in una città non certo esposta al degrado sociale come Varese, città modello tra quelle del Nord.

Sono semplicemente veri e propri criminali-e sono ragazzi non ancora maggiorenni. Penso che la colpa sia sociale, scolastica, familiare. Carnefici e vittime allo stesso tempo.

Ad ogni modo qui non si tratta di bullismo ma molto di più, è microcriminalità vera e propria. Non è un segnale di contrasto al bullismo, ma una giusta condanna verso minorenni che si sono macchiati per sempre di gravi reati e un segnale negativo a sfavore del contesto sociale. Ne usciamo tutti un po' condannati, purtroppo!

Riproduzione riservata

30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page