Samara Challenge, l'ennesimo  gioco idiota DIFFUSO ATTRAVERSO I Social. 

Aggiornamento: 1 apr 2021

L'ennesimo gioco idiota in voga tra i giovanissimi risale al 2019. Consisteva, ispirandosi alla protagonista del film horror Samara, bambina che appare nei luoghi bui e isolati, con il volto coperto dai capelli, lunghi e scuri, indossando una tunica bianca.

Una figura che richiama l'immagine che ognuno di noi ha delle anime oltre la morte, incutendo terrore e angoscia. Il gioco consisteva ovviamente nel diffondere terrore, farsi filmare durante questa 'performance' e pubblicare tutto sui Social in modo da ricevere i soliti idioti like e follower, inutile dirvi che sono anni e anni che spiego in ogni dove, che l'utilizzo della tecnologia è dei social in particolare crea dipendenza, tossicodipendenza, e come tale modifica la scala di colori secondo la quale si decide cosa sia giusto fare e cosa non lo sia. Da qui si ramificano una serie di mode stupide, lesive, talvolta fatali perché si sa, o forse no, ma l'ormone del benessere, la dopamina che viane sollecitata e scatenata da like e follower, così come alcol e droga, creano una vera e propria dipendenza e quando manca spesso si scivola in uno stato di depressione o piattume dilagante e soprattutto per gli adolescenti, non lasciare il segno, non divertirsi con qualcosa di eclatante non va bene.

Ritornando al gioco social, spesso il protagonista che diffonde terrore ha la peggio rimediando una lezione a suon di ceffoni e pedate nel sedere.

Si pensa che anche questa possa essere una buona soluzione per dissuadere i giovani dal compiere azioni lesive e talvolta con risvolti drammatici perché è vero che siamo stati travolti dalla tecnologia ma abbiamo smesso di credere che due ceffoni facciano bene.

90 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti